Unwanted – Ostaggi del mare, la nuova serie Sky con Marco Bocci in uscita il 3 Novembre

di Chiara Mastroianni

Pubblicato il 2023-10-31

Marco Bocci, Cecilia Dazzi, Jessica Schwart, Francesco Acquaroli, Denise Capezza…sono soltanto alcuni dei protagonisti di Unwanted-Ostaggi del mare. Il cast, produttori e registi, son stati presenti al Cinema Barberini di Roma, per la presentazioni esclusiva della serie tv. Ben 8 episodi, in onda dal 3 Novembre su Sky Atlantic ed in streaming su Now, una …

Loading

Marco Bocci, Cecilia Dazzi, Jessica Schwart, Francesco Acquaroli, Denise Capezza…sono soltanto alcuni dei protagonisti di Unwanted-Ostaggi del mare. Il cast, produttori e registi, son stati presenti al Cinema Barberini di Roma, per la presentazioni esclusiva della serie tv. Ben 8 episodi, in onda dal 3 Novembre su Sky Atlantic ed in streaming su Now, una produzione firmata Sky Studios, Pantaleon Films e Indiana Productions.

DA CHI E’ STATA ISPIRATA LA SERIE

Ad ispirare Stefano Bises, produttore della serie, è stato Bilal libro scritto da Fabrizio Gatti, successivamente ad un lungo viaggio con i migranti da infiltrato. Il libro di Gatti parte da una riflessione di un famoso antropologo e sociologo, Malinowski, il quale affermava che per comprendere la visione di un determinato mondo, bisognava viverlo. Non a caso il primo episodio della serie tv, che abbiamo avuto il piacere di guardare in anteprima durante la conferenza stampa, si apre con un immagine simbolica che porta ognuno di noi ad immergersi nella situazione.

La storia di Unwanted

Una nave da crociera, musica ad alto volume, balli, risate.. ma il tutto viene sovrastato dal pianto di un bambino che stava annegando in mare, un pianto assordante che supera perfino la musica, facendola diventare marginale. Due mondi lontanissimi che in quel momento si stavano incontrando, uno straordinario contrasto, la vita e la morte. La nave da crociera rappresenta una piccola miniatura del mondo : i guai veri, la morte, arrivano quando si alzano i muri. All’interno di Unwanted le vite dei passeggeri e dei migranti si incontrano, non esistono più buoni o cattivi, è una narrativa priva di giudizi, piena di comprensione verso le ragioni di tutti.

GLI OBIETTIVI DELLA SERIE

L’obiettivo della serie infatti, come hanno raccontato produttori e scrittori, è la consapevolezza. Mostrare l’intero viaggio, non solo le coperte termiche, le bare, Lampedusa, ma tutto ciò che avviene prima, la sofferenza e la paura di dover tornare indietro, le torture, le famiglie lontane.

Non a caso tra le comparse c’è chi davvero ha dovuto affrontare il famoso viaggio, e questo è stato d’aiuto agli attori per immedesimarsi ancor di più nella parte, per conoscere pienamente le ragioni che ti spingono a rischiare la vita in mezzo al mare. La serie è stata girata durante la pandemia, tutto il cast ha dovuto fare la quarantena e per quasi due mesi hanno vissuto all’interno della nave senza poter scendere, questo da come raccontano gli attori, ha creato un legame ancor più stretto tra loro ed i personaggi che andavano ad interpretare.

La realizzazione non è stata semplicissima, tutte le compagnie di navi da crociera hanno rifiutato di far girare la nave a bordo, l’unica ad accettare è stata la Virgin Voyages, fornendo una nave completamente nuova.

Le parole dei protagonisti

Marco Bocci :  ”All’inizio quando mi è stato comunicato di essere stato scelto mi sono sentito uno degli attori più fortunati perché era una serie scritta in maniera eccezionale. Trattava un tema che tutti conosciamo ma da un altro punto di vista. Inizialmente c’è stato un grande entusiasmo, successivamente è stato complicato. In maniera spontanea ti fa porre le stesse domande che ti poni tutti i giorni ma attraverso delle responsabilità. Il senso del dovere, se c’è qualcosa di giusto da fare o meno. Sono delle dinamiche così intime che è impossibile interpretarle senza viverle soprattutto quando giri in una vera nave da crociera. Si condivideva tantissimo nel cast, anche durante il tempo libero vivevi quel atmosfera vivendo al 100% il tuo personaggio. È stato complicato, è uno di quei casi in cui il personaggio si unisce al pensiero dell’attore.. quindi Grazie Sky.”

Cecilia Dazzi : “Ci siamo lasciati andare ed immersi nella storia. Ci sono facce ma ha una grande intenzione, non esiste bene o male tutti hanno le loro ragioni. Abbiamo vissuto davvero in una nave, sono state settimane straordinarie, era durante il covid e siamo stati molto molto uniti. È stato bello conoscere così tante persone illuminate”

Reshny Massaka “Un’esperienza incredibile davvero. Non avevo mai partecipato ad una produzione simile in passato quindi avere la possibilità di lavorare in una truppa straordinaria è stato davvero speciale”

Samuel Kalambay “ Mi unisco ai ringraziamenti alla produzione. Spero la serie arrivi soprattutto ai miei coetanei e che permetta loro di conoscere davvero la realtà.”

 

Unwanted – Ostaggi del mare

dal 3 Novembre su Sky Atlantic ed in streaming su Now.

 

 

 

 

Chiara Mastroianni

Potrebbe interessarti anche