Sinisa Mihajlovic: il dolore di Arianna, ecco le sue parole

di Mariangela Ragno

Pubblicato il 2023-08-31

Ad un anno dalla scomparsa del campione Sinisa Mihajlovic parla la moglie Arianna. Sinisa Mihajlovic, o il Sergente come preferivano chiamarlo per via del forte temperamento, è stato prima un giocatore e poi allenatore di calcio. A 21 anni vince la Coppa dei Campioni con la Stella Rossa e da lì la sua carriera prende …

article-post

Ad un anno dalla scomparsa del campione Sinisa Mihajlovic parla la moglie Arianna.

Sinisa Mihajlovic, o il Sergente come preferivano chiamarlo per via del forte temperamento, è stato prima un giocatore e poi allenatore di calcio.

A 21 anni vince la Coppa dei Campioni con la Stella Rossa e da lì la sua carriera prende il via, viene ingaggiato dalla Roma collezionando ben 54 presenze.

Nel 1994 sbarca alla Sampdoria, successivamente alla Lazio in cui nel 1998 passa definitivamente.

Dopo aver allenato Milan e Torino, il 28 gennaio 2019 Sinisa diventa tecnico del Bologna sostituendo, causa esonero, Filippo Inzaghi.

Purtroppo la carriera di Sinisa si arresta nel luglio 2019 quando comunica di aver contratto una forma acuta di leucemia a cui il grande campione non si spezza, dopo un trapianto di midollo osseo ed un iniziale miglioramento, Sinisa comunica di doversi sottoporre nuovamente ad un ciclo di cure nel marzo 2022, purtroppo questa volta la malattia non da spazio a miglioramenti e il grande campione si spegne il 16 dicembre 2022.

Oggi la moglie Arianna rompe il silenzio in merito al suo grande dolore.

Arianna ha vissuto quest’anno con accurato riserbo e grande dignità grazie alla vicinanza continua dei figli e degli amici e soprattutto grazie ad essi comunica di non essere sprofondata nella depressione.

Le parole di Arianna al settimanale Chi sono state:

“Aprire la casa senza di lui non è stato facile. Immaginavo di vederlo la sera dal nostro patio, col sigaro. Insieme ai miei figli però ci siamo imposti di ripartire, perchè lui avrebbe voluto questo, ma mi manca come l’aria. Quando ho aperto la porta ho trovato i suoi scarpini, le sue tute, i suoi vestiti. Mi sono fermata, come se avessi ricevuto uno schiaffo”.

Il grandissimo dolore per aver perso non solo il padre dei suoi figli ma anche l’amore della sua vita ha distrutto Arianna ma con grande forza, proprio la stessa forza e fermezza con cui Sinisa ha affrontato la sua vita e tutte le difficoltà che l’hanno contraddistinta, sta piano piano cercando di rialzarsi e giorno dopo giorno di poter onorare non soltanto la memoria di un grande Campione, ma anche di un uomo che nonostante il dolore e la fatica ha vissuto gli ultimi attimi sempre a testa alta e pronto a lottare.

Mariangela Ragno

Potrebbe interessarti anche