Sanremo 2022, Marco Mengoni si schiera contro gli haters del web “Dovremmo imparare ad essere gentili”

di Giuseppe Scuccimarri

Pubblicato il 2022-02-06

“Dovremmo imparare ad essere gentili, non perchè quel commento potrebbe essere rivolto a nostra sorella, al nostro migliore amico, ma dovremmo farlo e basta” finisce in questo modo l’intervento contro gli haters del web di Marco Mengoni e Filippo Scotti, un messaggio sociale molto importante data la poca vigilanza che i proprietari delle piattaforme social …

article-post

Dovremmo imparare ad essere gentili, non perchè quel commento potrebbe essere rivolto a nostra sorella, al nostro migliore amico, ma dovremmo farlo e basta” finisce in questo modo l’intervento contro gli haters del web di Marco Mengoni e Filippo Scotti, un messaggio sociale molto importante data la poca vigilanza che i proprietari delle piattaforme social applicano alle loro strutture. Insulti e diffamazioni che possono fare molto male alle persone fragili, uno di fronte all’altro, il cantante e il giovanissimo attore hanno letto con i telefoni in mano, una serie di offese e di insulti reperite sul web, alcune anche in questi giorni di Festival. Non risolveranno forse il problema, ma un messaggio sul tema dal palco più importante d’Italia andava lanciato.

Marco Mengoni poi si è esibito ne “L’ Essenziale”, il brano con cui ha vinto il Festival del 2003 alla fine del quale ha ammesso di riuscire a trattenere a stento l’emozione, ritrovarsi all’Ariston con il pubblico non è cosa da poco, soprattutto se da quel palco è partita una parte fondamentale della propria carriera. Anche il cantante viterbese entra a far parte della festa di Sanremo 2022, un evento che continua a regalare sorprese.

LEGGI ANCHE

https://mondotv24.it/sanremo-2022-massimo-ranieri-e-il-vincitore-del-premio-della-critica-mia-martina/

 

Giuseppe Scuccimarri

Giuseppe Scuccimarri, classe 1969, esperto di televisione e cronaca rosa con interessi anche per l'attualità e la politica nazionale e internazionale. Autore della commedia "Il delitto di Lord Arthur Savile" (2002) e del musical "La vita è una splendida canzone" (2014), ghostwriter per diversi autori e paroliere, amante della scrittura e della letteratura italiana e straniera.

Potrebbe interessarti anche