Pago e Serena Enardu, vicini ma lontani

di Giuseppe Currado

Pubblicato il 2020-04-29

Dopo essere stato a Roma per stare vicino al figlio in questo momento difficile, il cantautore Pago, protagonista dell’ultimo Grande Fratello Vip, ha fatto ritorno in Sardegna, decidendo però di stare lontano dalla sua dolce metà, Serena Enardu. A dare una spiegazione di questa decisione è stata proprio Serena, che, sui social, ha commentato questa …

article-post

Dopo essere stato a Roma per stare vicino al figlio in questo momento difficile, il cantautore Pago, protagonista dell’ultimo Grande Fratello Vip, ha fatto ritorno in Sardegna, decidendo però di stare lontano dalla sua dolce metà, Serena Enardu.

A dare una spiegazione di questa decisione è stata proprio Serena, che, sui social, ha commentato questa scelta condivisa da entrambi.

“Tutti siamo liberi di decidere di seguire le regole o di non seguirle. Poi c’è un altro fattore importantissimo che è il buon senso e l’amor proprio. Io e Pago per 14 giorni possiamo stare tranquillamente attenti e non rischiare. È una cosa seria, non è un gioco, non stiamo giocando a nasconderci per far vedere che non stiamo insieme, poi in realtà stiamo insieme, è semplicemente la tutela della propria vita. Abbiamo deciso di fare le cose come si deve, ma non perché ce l’hanno imposto, ma perché ci teniamo alla nostra salute. Pago rispetta noi e noi rispettiamo lui. Nessuno per 14 giorni di isolamento morirà.”

Giuseppe Currado

Imprenditore, Speaker Radiofonico. In vari anni ha sviluppato competenze in diversi settori specializzandosi nell’ambito editoriale e della sicurezza sul lavoro. Fondatore di MondoTV24, Spazio Wrestling, Tuttocalciomercato24. Appassionato del Festival di Sanremo da sempre, nel corso degli anni ha presenziato presso la Sala Stampa Lucio Dalla durante la manifestazione partecipando alle votazioni delle canzoni. Dal settembre 2023 proprietario di Recensiamo Musica, portale presente da anni nel mondo musicale al quale sta fornendo la sua esperienza per rilanciarlo in maniera incisiva nel mondo editoriale.

Potrebbe interessarti anche