Morto a soli 53 anni il leader degli Jarabe de Palo

di Giuseppe Currado

Pubblicato il 2020-06-09

Pau Donès il leader degli Jarabe de Palo è morto. La causa della morte è per un cancro che il leader degli Jarabe de Palo ha preso nel 2015 al colon. La notizia apparsa in un post su Instagram una foto di lui seduto e accovacciato con lo sguardo serio e fiero e con i …

article-post

Pau Donès il leader degli Jarabe de Palo è morto. La causa della morte è per un cancro che il leader degli Jarabe de Palo ha preso nel 2015 al colon.
La notizia apparsa in un post su Instagram una foto di lui seduto e accovacciato con lo sguardo serio e fiero e con i famigliari che lo ringraziano i medici per averlo seguito con questa frase: “per la dedizione che gli hanno dedicato ” e gli stessi famigliari chiedono: “Il massimo rispetto per la privacy in questo momento così difficile“.

Nell’ account si nota un Pau Donès contento di essere in studio di registrazione a fare quello che gli piaceva di più nella vita ovvero fare musica, immagine che oggi stride parecchio e durante il Lockdown diceva queste parole:
“Torno per incontrare la mia gente e restare sempre qua. Torno perchè la musica è tornata di nuovo nella mia testa.
Torno, perchè è tempo di condividere ancora i nostri sentimenti, torno perchè tornare su un palco è la sola cosa a cui penso, torno per essere quello che ho sempre voluto essere”

A fine Maggio era uscito con l’album “Traga o escupe”.
Dal 1995 era negli Jarabe de Palo con i quali aveva scalato le classifiche di mezzo mondo e ricordiamo ancora oggi una delle loro canzoni più celebri “La flaca“, canzone che imperversò per mesi nell’ estate del 1997.
Depende nel 1998 e Bonito nel 2003.
Molte le collaborazioni con artisti italiani fra cui i Modà e Jovanotti, di quest’ultimo uno dei messaggi di cordoglio:“Ho appena saputo della morte di Pau Dones, è una notizia tremenda,ci eravamo scritti 3 giorni fa e come al solito era lui a rassicurare me. Mi mancherai tantissimo amico e maestro #pau@jarabe official niente cancellerà i momenti bellissimi vissuti insieme,la bella musica, le mangiate e le bevute, le chiacchierate infinite, la forza che ci siamo dati reciprocamente. Conoscerti ed esserti amico è stato un grande regalo. Dove sei ora?Mi è difficile crederci”.
Durante la pandemia ha donato 2500 mascherine ad un ospedale il Moises Broggi.

Tre anni fa pubblicò la sua biografia per festeggiare i suoi 50 anni ed i 20 del gruppo nel quale suonava dicendo:” Vivi con urgenza perchè la vita è un regalo e non sappiamo mai quello che succederà domani, per questo dobbiamo vivere con intensità il presente “. E lui ne è stato l’esempio ha vissuto intensamente fino all’ultimo.

Giuseppe Currado

Imprenditore, Speaker Radiofonico. In vari anni ha sviluppato competenze in diversi settori specializzandosi nell’ambito editoriale e della sicurezza sul lavoro. Fondatore di MondoTV24, Spazio Wrestling, Tuttocalciomercato24. Appassionato del Festival di Sanremo da sempre, nel corso degli anni ha presenziato presso la Sala Stampa Lucio Dalla durante la manifestazione partecipando alle votazioni delle canzoni. Dal settembre 2023 proprietario di Recensiamo Musica, portale presente da anni nel mondo musicale al quale sta fornendo la sua esperienza per rilanciarlo in maniera incisiva nel mondo editoriale.

Potrebbe interessarti anche