La Vita in Diretta tutto come prima a parte la gaffe non gaffe di Matano su Angelina Mango, ecco cosa è successo

di Giuseppe Scuccimarri

Pubblicato il 2023-09-11

Il punto di forza de La Vita in Diretta è proprio l’essere riuscito a rimanere fedele a sè stesso, con la conduzione di Matano in solitaria il programma ha acquisito sprint e vigore, assumendo sempre più un taglio giornalistico e strizzando anche l’occhio all’intrattenimento. La prima puntata della nuova stagione ha affrontato i fatti di …

article-post

Il punto di forza de La Vita in Diretta è proprio l’essere riuscito a rimanere fedele a sè stesso, con la conduzione di Matano in solitaria il programma ha acquisito sprint e vigore, assumendo sempre più un taglio giornalistico e strizzando anche l’occhio all’intrattenimento. La prima puntata della nuova stagione ha affrontato i fatti di cronaca che hanno caratterizzato l’estate, gli efferati omicidi di Giulia Tramontano e Marisa Leo fino ad arrivare al pestaggio del Quarticciolo.

Tutto perfetto, servizi e inviati eccezionali per ritmo e capacità di informazione in cui si è inserita una gaffe non gaffe di Matano su Angelina Mango, al momento del tavolo con ospite una straordinaria Balbara Alberti, il conduttore parlando di un post social della cantautrice sulla sicurezza delle donne sole in strada di sera, la ha presentata come la vincitrice di Amici. Una gaffe non gaffe, Angelina nel talent della De Filippi è arrivata seconda, ma ha vinto la sezione canto.

Ovviamente sui social di una prima puntata in cui si è parlato di cronaca, di assenza dello Stato e di sicurezza sulle strade, l’argomento più dibattuto è stata la gaffe di Matano su Angelina, non c’è niente da fare, si cerca di fare informazione, ma viene recepito il superfluo. Complimenti a Matano e a La Vita in Diretta per provare ad offrire una chiave di lettura diversa.

Giuseppe Scuccimarri

Giuseppe Scuccimarri, classe 1969, esperto di televisione e cronaca rosa con interessi anche per l'attualità e la politica nazionale e internazionale. Autore della commedia "Il delitto di Lord Arthur Savile" (2002) e del musical "La vita è una splendida canzone" (2014), ghostwriter per diversi autori e paroliere, amante della scrittura e della letteratura italiana e straniera.

Potrebbe interessarti anche