Io Canto Generation, un occasione per chi?

di Maria Grazia Piscitelli

Pubblicato il 2023-11-30

Il “dissing” a distanza tra Antonella Clerici, padrona di casa di The Voice Kids e Gerry Scotti, conduttore di Io Canto Generation ha stuzzicato la nostra curiosità per il programma dello “zio” Gerry. Con un titolo così altisonante avevamo immaginato un programma moderno e accattivante, ma, purtroppo, le “promesse” sono state disattese. Non capiamo quali …

article-post

Il “dissing” a distanza tra Antonella Clerici, padrona di casa di The Voice Kids e Gerry Scotti, conduttore di Io Canto Generation ha stuzzicato la nostra curiosità per il programma dello “zio” Gerry.

Con un titolo così altisonante avevamo immaginato un programma moderno e accattivante, ma, purtroppo, le “promesse” sono state disattese.

Non capiamo quali potessero essere le intenzioni a monte, ma riusciamo a capire perché l’inizio del programma sia stato traslato a causa  di una puntata pilota non molto convincente.

Nulla togliendo ai giovani concorrenti, chi più,  chi meno, sicuramente talentuosi, è tutto il resto ad essere incomprensibile.

Una sfilata di artisti che, almeno come cantanti, non vivono il loro momento d’oro o non lo vivono più, che prevarica quello che dovrebbe essere il core business dello show, alla ricerca della fama perduta.

Anche la scelta dei brani sembra andare in questa direzione: scelti per mettere in luce i coach ma in grande difficoltà i ragazzi.

Tutto tra l’altro, in un rigoroso playback.

Allora ci chiediamo perché? Qui prodest?

A noi è sembrato un programma slavato, confezionato per riempire un buco nel palinsesto: forse era meglio la replica di una bella serie.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE WHATSAPP, clicca QUI -> https://whatsapp.com/channel/0029Va80SUt2v1IjX0CbW03c

Maria Grazia Piscitelli

Potrebbe interessarti anche