Grande Fratello, Sara Ricci racconta di Giulia Cecchettin e la regia censura (VIDEO)

di Maria Grazia Piscitelli

Pubblicato il 2023-11-28

La morte di Giulia Cecchettin, la giovane studentessa uccisa dal suo ex fidanzato, Filippo Turetta, ha generato una reazione popolare senza precedenti. L’onda emotiva di questa tragica vicenda è stata tale che neanche gli inquilini della casa del Grande Fratello, anche se in modo sommario, sono stati tenuti all’oscuro di quanto successo. Cosa è successo …

article-post

La morte di Giulia Cecchettin, la giovane studentessa uccisa dal suo ex fidanzato, Filippo Turetta, ha generato una reazione popolare senza precedenti.

L’onda emotiva di questa tragica vicenda è stata tale che neanche gli inquilini della casa del Grande Fratello, anche se in modo sommario, sono stati tenuti all’oscuro di quanto successo.

Cosa è successo

Proprio Alfonso Signorini, nella diretta di lunedì scorso, aveva reso partecipi i concorrenti di quanto era accaduto senza, però, dare ulteriori dettagli:

“A Roma sono scese in piazza 500 mila persone, c’erano anche tanti uomini per esprimere la loro vicinanza a un tema così importante, complice l’ennesimo femminicidio.”

E’ stata Sara Ricci, uno degli ultimi ingressi nella Casa, a dare ulteriori informazioni ai suoi coinquilini

“Lui era italiano, il suo ex ragazzo. Non stavano più insieme e lui non la lasciava. 15 anni? No avevano sui 19/20 anni. Lei si stava per laureare…”

La censura

Sara ha poi raccontato di come Turetta abbia gettato il corpo di Giulia in un fiume ed a questo punto la regia ha l’ha richiamata ed ha censurato la scena.

La Ricci, però, ha voluto sottolineare che era stato lo stesso Alfonso a trattare l’argomento anche se non era sceso nei dettagli della vicenda, ma tenendosi sul vago:

Non posso? Vabbè ma ne avete parlato voi. Ne ha parlato prima Alfonso Signorini in diretta…

Viene spontaneo chiedersi il motivo di questa scelta.

Certo, il regolamento prevede che i concorrenti non abbiano alcun tipo di contatto con l’esterno: ma che senso ha raccontare della manifestazione e censurare i dettagli?

Cosa mai avrebbe potuto cambiare, nelle dinamiche del programma, parlare di un tema così dannatamente attuale?

Doveva essere l’edizione delle persone e delle loro storie, l’incipit di un nuovo corso del programma che puntava alla qualità, che voleva riavvicinare il reality al pubblico.

Si è preferito, invece, censurare, dare spazio a noiosi triangoli fake, ad ex che non sono ex e che poi magicamente lo diventano; alle stesse narrazioni che ormai vanno avanti da più di due mesi e che sono state consumate fino all’osso.

Peccato: poteva essere l’occasione per dare un reale segnale di svolta, si è rivelata l’ennesima chance fallita.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE WHATSAPP, clicca QUI -> https://whatsapp.com/channel/0029Va80SUt2v1IjX0CbW03c

Maria Grazia Piscitelli

Potrebbe interessarti anche