Grande Fratello, Paolo Masella duro contro Beatrice Luzzi, ecco il motivo

di Samanta Santoro

Pubblicato il 2024-02-06

Quello che stiamo assistendo nei confronti di Beatrice Luzzi non è niente di diverso da quello che abbiamo visto l’anno scorso. L’unica differenza è che ha un gran pubblico a suo favore. La nota stonata di questa spettacolarizzazione 1 contro tutti è  l’essere concorrente in una edizione in cui si prospettava un clima diverso, più …

article-post

Quello che stiamo assistendo nei confronti di Beatrice Luzzi non è niente di diverso da quello che abbiamo visto l’anno scorso.
L’unica differenza è che ha un gran pubblico a suo favore.

La nota stonata di questa spettacolarizzazione 1 contro tutti è  l’essere concorrente in una edizione in cui si prospettava un clima diverso, più gradevole dal punto di vista umano.

Invece è l’antitesi del gradevole. È un continuum di forme di bullismo, denigrazione e violenza verbale nei confronti di una sola donna.

Certo, Beatrice Luzzi non è una santa. Nessuno lo mette in dubbio. Sbaglia, usa termini importanti, gioca al ”gioco del Grande Fratello’‘, ma è l’unica che viene additata – umiliata da quasi tutti i concorrenti, con un grande contribuito anche da parte del conduttore e dell’opinionista. Ci stupiamo? Assolutamente no.

L’anno scorso, lo stesso conduttore è stato capace di dire ‘‘Se ti senti bullizzata, puoi andare a casa” a una concorrente che veniva spesso usata come la Luzzi per aumentare lo share serale, a discapito della sua emotività.
Da quando si proteggono i bulli e si allontano i bullizzati?

Da sempre. Infatti, il Grande Fratello è lo specchio della nostra società. Ogni anno vengono protetti uomini che hanno atteggiamenti dubbi ma che comunque, reincarnano perfettamente il riflesso di ciò che avviene nelle aule di tribunale.

Le donne vengono messe in dubbio, spesso alla gogna mediatica e l’autore di tali atteggiamenti viene protetto, giustificato, abbracciato dalla folla.

Le parole di Paolo Masella

Una scena davvero di bassa lega quella che ha coinvolto Paolo Masella.
Il giovane, più volte ha voluto vestire i panni del giustiziere ma sempre e solo contro Beatrice Luzzi.
Dopo l’ennesimo, noioso e ripetitivo, scontro Massimiliano – Beatrice, Masella ha voluto difendere Varrese, attaccando duramente l’attrice. Le sue parole:

Tutto quello che hai detto di Massimiliano è come se ti stai facendo un autoanalisi, hai detto che lui ti ha fatto la pantomima perché stavi a piangere e tu quando passi vicino a lei le fai ‘uh che fai piangi?’. Sei una persona orribile, guardati allo specchio e guarda bene chi sei prima di parlare delle altre persone perché tu non sai cosa vuol dire campare. Fidati.

Ha continuato nonostante Beatrice cercasse di sorvolare:

Se tu vedi una persona così aggressiva significa che tu non sei capace di stare sulla terra. Voli sulle nuvole. La vita è un’altra cosa, tu sei sempre stata sulle nuvole. Me lo dimostri tutti i giorni la persona che sei. Parli degli altri in modo aggressivo, violento e cattivo. Cerchi di demolire le persone, fai del male. Perché nessuno ti vuole qui dentro? Perché sei una persona che fa male.

I motivi di questo accanimento possono essere solo due: Il guru ha uno charme tale da far perdere connessione tra realtà e immaginario o molti dei concorrenti non hanno una personalità e cercano di insabbiare l’unica che ha una personalità forte, indipendente e poco incline alla manipolazione. Trattata come un nulla ne uscirà distrutta ma vincente.
Nel frattempo, stiamo ancora aspettando che il Grande Fratello inizi a seguire la linea editoriali imposta in principio – quello a cui stiamo assistendo è la brutta copia dell’edizione precedente… il che è tutto dire.

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE WHATSAPP:

https://whatsapp.com/channel/0029Va80SUt2v1IjX0CbW03c

Samanta Santoro

Samanta Santoro, aspirante giornalista. Laurea triennale in Educatrice socio culturale. Iscritta alla magistrale in Comunicazione, Media digitali e Giornalismo. Appassionata di cronaca rosa, temi sociali, gender studies e psicologia. Amante del dare opinioni non richieste.

Potrebbe interessarti anche