Chico Forti torna in Italia, ex gieffina in lacrime, ecco tutto quello che è successo

di Samanta Santoro

Pubblicato il 2024-03-02

Chico Forti è tornato in italia dopo 24 anni di detenzione negli Stati Uniti a seguito dell’accusa di omicidio. L’annuncio arrivato direttamente dalla Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ha scatenato diverse reazioni contrastanti, da queste l’ex vippona Jo Squillo e Selvaggia Lucarelli. L’annuncio della Meloni Le parole di Giorgia Meloni, ”Sono felice di annunciare che, …

article-post

Chico Forti è tornato in italia dopo 24 anni di detenzione negli Stati Uniti a seguito dell’accusa di omicidio. L’annuncio arrivato direttamente dalla Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ha scatenato diverse reazioni contrastanti, da queste l’ex vippona Jo Squillo e Selvaggia Lucarelli.

L’annuncio della Meloni

Le parole di Giorgia Meloni,

Sono felice di annunciare che, dopo 24 anni di detenzione negli Stati Uniti, è stata appena firmata l’autorizzazione al trasferimento in Italia di Chico Forti. Un  risultato frutto dell’impegno diplomatico di questo governo, della  collaborazione con il governo dello Stato della Florida e con il  governo federale degli Stati Uniti che ringrazio. E’ un giorno di  gioia per Chico, per la sua famiglia e per tutti noi. Lo avevamo  promesso e lo abbiamo fatto. E ora aspettiamo in Italia Chico”.

Le reazioni per Chico Forti

L’annuncio ha destato gioia nell’ex vippona del gfvip 2021 Jo Squillo, che si espresse precedentemente a favore dell’imprenditore, rimarcando quanto le fosse a cuore la sua causa. Chico Forti ricambio scrivendole una lettera di ringraziamento e gratitudine. Un video postato su Instagram riprende le lacrime della Squillo subito dopo aver saputo la notizia dal Tg.

Non è mancata la storia su Instagram di Selvaggia Lucarelli, che rimane prudente sul caso.

“Sono contenta che Chico Forti torni in Italia perché il carcere è un luogo disumano e credo che stare in carcere in un altro paese, lontano dalla propria famiglia, sia ancora più disumano. Detto questo, non conosco a fondo la vicenda, ho letto alcuni articoli con opinioni molto distanti e nessuno mi ha convinta. Non sono riuscita a farmi un’opinione sulla sua eventuale innocenza (cosa di cui si parla da anni su giornali e tv). Anzi, più leggo e più sono perplessa, ma questo non importa.Magari più in là mi documenterò; per ora sospendo il giudizio. Vi invito a fare altrettanto e a non unirvi a onde emotive basate su “l’ha detto la tv” , “lo ha detto coso”. (se non sapete nulla della storia, ovviamente). Perché questa roba poi porta nel luogo in cui mi trovavo ieri (a Brescia, per una richiesta di revisione che alla fine ha ottenuto stampa e tv, e che finirà nel nulla)”.

 

Samanta Santoro

Samanta Santoro, aspirante giornalista. Laurea triennale in Educatrice socio culturale. Iscritta alla magistrale in Comunicazione, Media digitali e Giornalismo. Appassionata di cronaca rosa, temi sociali, gender studies e psicologia. Amante del dare opinioni non richieste.

Potrebbe interessarti anche