Antonella Fiordelisi sostiene Belen Rodriguez attaccando chi la giudica

di Mariangela Ragno

Pubblicato il 2023-12-03

“Incredibile come il dolore dell’anima non venga capito. […]. Eppure il dolore dell’anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata. Le sue ferite sono assai più profonde. […]. Sono ferite che non guariscono, quelle ferite ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare”. Così citava una celebre frase di Oriana Fallaci …

article-post

Incredibile come il dolore dell’anima non venga capito. […]. Eppure il dolore dell’anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata. Le sue ferite sono assai più profonde. […]. Sono ferite che non guariscono, quelle ferite ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare”.

Così citava una celebre frase di Oriana Fallaci ed è questo che anche Antonella Fiordalisi vuole far pervenire a tutti noi con il suo post su X:

Antonella attacca chi giudica Belen

Le parole di Antonella arrivano come un messaggio profondo, all’interno del quale troviamo empatia e amore, ma soprattutto sostegno nei confronti di un’altra donna, Belen, che ad oggi manca fin troppo.

La solidarietà femminile di questi tempi è veramente un miraggio troppo lontano e l’esempio che porta Antonella dovrebbe essere accolto da ognuno di noi.

Antonella scrive:

“Mi meraviglio come nel 2024 ci siano ancora commenti del genere. Ci sono star internazionali e vip che hanno parlato senza filtri della loro salute mentale, della loro depressione e la gente cosa fa? Invece di empatizzare, fa commenti osceni e sessisti. Lo capite che viviamo tutti sulla Terra e che la salute mentale è una questione che tocca tutti, nessuno escluso?” #Belen

Empatia, una parola troppo sconosciuta, piuttosto che empatizzare le persone prediligono attaccare, distogliere la realtà, giudicare e additare il prossimo. Eppure sarebbe così facile ascoltare e immedesimarsi in chi, nonostante tutto, sta male e avrebbe bisogno, magari, solo di conforto e sostegno.

Belen e Antonella

Sono l’esempio di come due donne, nel momento di difficoltà, si possano sostenere anche con un semplice messaggio per far capire “Io ci sono”.

Quell’esserci che troppe poche volte viene messo in pratica. Avere una bella vita, potersi permettere dei lussi non vuol dire necessariamente stare bene, il più delle volte chi soffre di depressione cela il suo stato d’animo dietro un finto sorriso.

La depressione

è una patologia infida e meschina perchè si ciba della tua anima lasciando il corpo inerme.

Moltissime persone ne soffrono e tantissime lo nascondono, molti si dimenticano che non importa lo stato sociale o il modo di essere, la malattia, in qualsiasi forma essa sia, tratterà tutti in maniera egualitaria, forse è l’unica forma di reale omologazione, di fronte ad essa siamo tutti uguali.

Tutti siamo su questa terra e nessuno è immune da questo male che affligge l’animo. Quello che insegna, però, la malattia è la condivisione del dolore che come abbiamo visto con Belen, non è ben accetto da tutti, ma nonostante ciò si potrà sempre contare sul sostegno e sull’amore di chi ti vuole realmente bene.

Antonella è l’esempio di una donna che sostiene, supporta e difende un’altra donna, è l’esempio che tutti noi dovremmo seguire di questi tempi.

Solo quando le persone impareranno a sfruttare queste occasioni per sensibilizzare sull’argomento piuttosto che per giudicare, riusciremmo a togliere il velo di vergogna e di paura che si ha nei confronti di questa patologia.

La depressione è una malattia dell’anima che non ha eguali, bisogna rispettare e supportare chi ne soffre, perchè:

“Non è la vita che si mostra a precludere alla sofferenza di fare capolino nella tua anima”.

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE WHATSAPP: CLICCATE QUI

Mariangela Ragno

Potrebbe interessarti anche