Agnelli sul caso Suarez: “Ho saputo dell’esame dai giornali. La vicenda l’ha seguita Paratici”

di Angelo Sorbello

Pubblicato il 2021-04-28

Ci sono delle novità sul caso Suarez, infatti il presidente della Juventus, Andrea Agnelli ha dichiarato di essere venuto a sapere “dai giornali” dell’esame d’italiano sostenuto dal calciatore Luis Suarez all’Università di Perugia. Secondo Agnelli e secondo quanto riferisce il quotidiano del Corriere  della Sera,  la vicenda “è stata gestita interamente dal direttore sportivo dei …

article-post

Ci sono delle novità sul caso Suarez, infatti il presidente della Juventus, Andrea Agnelli ha dichiarato di essere venuto a sapere “dai giornali” dell’esame d’italiano sostenuto dal calciatore Luis Suarez all’Università di Perugia.

Secondo Agnelli e secondo quanto riferisce il quotidiano del Corriere  della Sera,  la vicenda “è stata gestita interamente dal direttore sportivo dei bianconeri Fabio Paratici”. Questo è anche stato trasmesso sul verbale della testimonianza di Agnelli al procuratore di Perugia Raffaele Cantone sull’esame che doveva consentire il giocatore uruguaiano di ottenere la cittadinanza italiana. Dunque il presidente della Juventus ha negato ogni tipo di coinvolgimento ed ha poi spiegato: “Paratici ha ampia delega nei limiti del budget assegnato. A lui compete la scelta in relazione all’ingaggio dei calciatori. Naturalmente mi informa in modo occasionale e casuale”. I magistrati contestano ad Agnelli di aver ricevuto via mail la proposta contrattuale per Suarez, ma lo stesso Agnelli ha negato: “Non ricordo la mail tuttavia non mi occupo delle condizioni contrattuali”. Subito dopo aver fatto un controllo ha ammesso di averla ricevuta.

Il presidente della Juventus ha anche riferito di avere saputo dal vice presidente Nedved che l’allora attaccante del Barcellona “si era proposto tramite un sms” ai bianconeri: “Per quanto attiene a Suarez ricordo che durante un pranzo svolto mi pare a fine agosto Nedved, il vice presidente, mi disse che il calciatore del Barcellona si era proposto con un sms, per un ingaggio alla Juventus. In quel periodo erano in piedi trattative per Dzeko, Milik, Cavani e Morata che poi è stato acquistato, oltre all’ipotesi relativa a Suarez. All’inizio di settembre fu informato che l’ingaggio di Suarez era di difficile realizzazione perché era risultato che non aveva la cittadinanza comunitaria”.

È solo dopo questo che Agnelli ha aggiunto di aver saputo della vicenda relativa all’esame di italiano di Suarez “dai giornali e ricordo che chiamai il calciatore in un’unica occasione per ringraziarlo di essersi proposto nutrendo stima nelle capacità sportive del calciatore e ritenendo che la sua proposta fosse ragione di orgoglio per la nostra società”.

Invece sulle varie sollecitazioni da parte della Juventus per un eventuale intervento dell’allora ministra Paola De Micheli il presidente bianconero ha risposto: “Non mi ha sorpreso perché sono a conoscenza dei rapporti personali tra De Micheli e Paratici e trattandosi di una richiesta di informazioni sull’ufficio da contattare non mi è parso ci fosse nulla di strano”.

 

 

LEGGI ANCHE

Modifiche al calendario 2021 della Formula 1: il Gp di Turchia prende il posto del Gp del Canada

Angelo Sorbello

Vivo a Genova, sono laureato, ho lavorato per diverse testate giornalistiche, tra cui Il Giornale e il Secolo XIX. Ho diverse passioni, tra cui il wrestling in particolare la WWE.

Potrebbe interessarti anche