Abolito il superticket sanitario: nessuno lo pagherà più

di Andrea Emme

Pubblicato il 2020-09-12

A confermare questa decisione ci ha pensato il Ministro della Salute Roberto Speranza con un post sui social di alcuni giorni fa: immagine della croce seguita dalla didascalia: “Il superticket è abolito e nessuno lo pagherà più.” Ebbene sì: la somma dei 10 euro che si pagava in più su ogni ricetta per prestazioni diagnostiche …

article-post

A confermare questa decisione ci ha pensato il Ministro della Salute Roberto Speranza con un post sui social di alcuni giorni fa: immagine della croce seguita dalla didascalia: “Il superticket è abolito e nessuno lo pagherà più.”

Ebbene sì: la somma dei 10 euro che si pagava in più su ogni ricetta per prestazioni diagnostiche e specialistiche, già dal 1° settembre, non si paga più. Le conseguenze, tuttavia, non possono che essere positive. Il responsabile della Sanità spiega: “Ogni volta che una persona non si cura o si cura male per ragioni economiche, è una sconfitta per tutti noi ed è anche violazione della nostra Costituzione. Perciò, già da dicembre, abbiamo attuato questa decisione, che è andata in atto da pochi giorni.”

Il superticket fu introdotto nel 2011 ed è una tassa di 10 euro su prestazioni diagnostiche e specialistiche. Quindi anche su esami clinici e visite specialistiche.

E anche il segretario generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, si esprime in merito: “Eliminare il superticket è una decisione importante e finalmente ce l’abbiamo fatta. È il frutto anche di tante battaglie portate avanti da parecchie organizzazioni civiche nei confronti di questa tassa che aveva effetti negativi sui cittadini.”

“L’obiettivo è quello di dare maggiore equità. E permette inoltre ai cittadini di rivalutare la sanità pubblica, che fino a poco tempo non beneficiava di questa scelta, in quanto sempre più persone si rivolgevano alla sanità privata” aggiunge Gaudioso.

In passato erano diverse le regioni già esenti da questa tassa: infatti gli abitanti della Valle d’Aosta, dell’Emilia Romagna, della Basilicata e della Sardegna non hanno dovuto pagare il superticket per più tempo rispetto ai cittadini delle altre regioni.

Andrea Emme

Classe 1979, grande appassionato di sport, cultura, musica e spettacolo, mi occupo da diversi anni di scrittura su diversi portali dedicati sia allo sport che al mondo dello spettacolo. Su MondoTV24 mi occupo di tutto ciò che riguarda il talent 'Amici', che seguo con interesse fin dalla primissima edizione.

Potrebbe interessarti anche